Finlandia, Circolo polare artico 2013

Finlandia-2013

Quest’area, in estate per un verso e in inverno per un altro, è una zona paesaggisticamente bella. Molti animali: renne, galli cedroni, qualche orso molti rapaci e naturalmente, dato che il paese ha decine di migliaia di laghi, anche pesci fra cui pochi salmoni, molti lucci, temoli, trote e perfino coregoni! Tuttavia la pesca, se non ci si avventura in zone interne con l’aiuto di elicotteri e guide, difficilmente riesce a essere soddisfacente, a meno di non incontrare qualche pescatore locale che ti dia due dritte su dove prendere col popper cinque bei lucci in una serata. Buona anche l’alimentazione; alcune case presentano delle particolarità uniche: il tetto ricoperto di terra, ottimo isolante, su cui nasce erba e i gabbiani nidificano, e le stufe enormi che prendono mezza parete ma che con poca legna scaldano le case con quelle temperature polari. Le case di legno, qui come in Canada o nord America, mi incantano e mi piacciono molto più di quelle in muratura. Non capisco perché non se ne costruiscano di più anche da noi, soprattutto nelle zone sismiche.